Grazie alle ridotte emissioni di polveri sottili i riscaldamenti a pellet contribuiscono alla protezione dell’aria

Combustione pulita con gli impianti a pellet

La regolamentazione della qualità del combustibile e la moderna tecnologia degli impianti rendono la combustione dei sistemi a pellet molto pulita. I riscaldamenti a pellet fanno ad esempio registrare un valore di polveri sottili pari a circa la metà rispetto al limite prescritto dall’Ordinanza contro l’inquinamento atmosferico. Polveri sottili e fuliggine si creano spesso quando la temperatura di combustione è troppo bassa oppure quando il combustibile è umido. Il pellet presenta un tenore di umidità molto ridotto. La combustione automatica consente un controllo ottimale della temperatura e del processo di combustione. Grazie a tali caratteristiche, le emissioni di fuliggine e polveri sottili dei riscaldamenti a pellet sono circa 400 volte inferiori rispetto ai valori di una fiamma libera come ad es. quella di un caminetto.

Visto che una frequente attivazione e disattivazione dell’impianto aumenta le emissioni di polveri sottili, è importante che il riscaldamento sia regolato nel miglior modo possibile. I moderni impianti a pellet possono modulare fortemente la propria potenza: un riscaldamento da 10 kW può ad es. funzionare in maniera continua a 4 kW anziché essere acceso e spento alla massima potenza.

I riscaldamenti che dispongono di un marchio di qualità di Energia legno Svizzera soddisfano i più severi requisiti in materia di igiene dell’aria. Questo marchio di qualità garantisce che in caso di corretta messa in funzione gli impianti ottengono un rendimento elevato e producono emissioni ridotte.

Fig. 1 > Composizione chimica tipica delle emissioni di polveri sottili
Diversi riscaldamenti a legno per giornate tipiche, carbonio elementare (EC), composti organici del carbonio (POM) e componenti minerali
Sono stati esaminati i seguenti impianti di combustione
Pe-m: caldaia a pellet moderna; HG-m: caldaia a cippato moderna; Sh-h: caldaia a legna in pezzi moderna; Ko-m: stufa in maiolica moderna; Ko-m: camino moderno; KA-a: camino con tecnologia obsoleta (prodotto economico); Sh-a: caldaia a legna in pezzi obsoleta; Misurazione nel gas di combustione rarefatto a meno di 40 °C

Il grafico mostra le notevoli differenze dei diversi sistemi di riscaldamento a legna sotto il profilo delle emissioni di polveri sottili. Le polveri sottili prodotte dai riscaldamenti a pellet (tutto a sinistra) sono composte principalmente da sali idrosolubili. Gli esami sulla tossicità e sulla cancerogenicità indicano che per l’organismo umano tali sali sono oltre cinque volte meno dannosi rispetto alla fuliggine del diesel.

Lista dei riscaldamenti a legno con marchio di qualità.
Gli impianti a pellet sono reperibili da pagina 20.

Ordinanza contro l’inquinamento atmosferico (OIAt)
L’Ordinanza contro l’inquinamento atmosferico definisce i valori limite di emissione e gli obblighi di misurazione per i riscaldamenti a pellet.