Con il pellet potete riscaldare con un occhio all’ambiente e l’altro al portafoglio

Il riscaldamento a pellet è una soluzione sempre più apprezzata. Se nel 1995 in Svizzera non c’era ancora nemmeno un riscaldamento a pellet, l’Ufficio federale dell’energia stima che nel 2017 negli edifici del nostro paese fossero già in funzione 26’000 impianti e stufe a pellet. Oramai il riscaldamento a pellet rappresenta un’alternativa che ogni committente di costruzioni dovrebbe prendere in considerazione. Impianti tecnologicamente avanzati, elevato comfort, prezzo stabile e vantaggi economici sono buoni motivi per scegliere il pellet come combustibile.

Gli impianti di riscaldamento a pellet sono idonei sia per nuove costruzioni sia per edifici già esistenti

Per riscaldare con il pellet sono necessari:
-    Un impianto di riscaldamento a pellet
-    Un locale di stoccaggio
-    Una canna fumaria
È disponibile una grande varietà di impianti a pellet. L’offerta va dagli apparecchi domestici ai riscaldamenti centralizzati passando per combinazioni di queste due varianti. Gli impianti centralizzati (caldaie) sono disponibili con potenze da 3 ad oltre 500 kW. Gli apparecchi domestici offrono invece una potenza compresa fra i 2,5 e i 20 kW. Sono disponibili anche stufe-cucina impiegabili come riscaldamenti centralizzati con potenze fino a 33 kW. Per ogni edificio – dalla costruzione Minergie all’edificio industriale – sono quindi disponibili soluzioni idonee.

Maggiori informazioni sugli impianti di riscaldamento a pellet

Fornitura e deposito del combustibile

Il combustibile per i riscaldamenti a pellet viene fornito sciolto mediante un’autocisterna e stoccati in un deposito prefabbricato oppure in un locale di deposito asciutto e a tenuta antipolvere. È possibile anche lo stoccaggio in un deposito interrato in giardino. Per gli apparecchi domestici è possibile acquistare il pellet in sacchi da 15 o 20 kg. Anche in questo caso è importante lo stoccaggio in un luogo asciutto.
Nel caso delle caldaie, il pellet viene trasportato automaticamente dal deposito. Sul mercato vengono offerti sistemi di aspirazione pneumatica e a trasporto meccanico. La scelta del sistema più idoneo dipende dalla posizione del deposito e dalla distanza dalla caldaia. Gli apparecchi domestici dispongono di un serbatoio da riempire manualmente, ma anche in questo caso la combustione viene poi regolata in modo automatico dalla stufa.. A seconda delle dimensioni del riscaldamento, una carica può assicurare fino a 90 ore di funzionamento. Chi desidera risparmiarsi il riempimento manuale può combinare il proprio apparecchio domestico con un deposito per pellet.

Maggiori informazioni su consegna e riempimento

Maggiori informazioni sulla conservazione del pellet

Ihre Pellet-Anbieter in der Schweiz

hier