Qualità per l’ambiente e per il vostro riscaldamento

Un’elevata qualità del pellet rappresenta un presupposto importante per un funzionamento senza problemi dell’impianto di riscaldamento.
L’Ordinanza contro l’inquinamento atmosferico (OIAt) prescrive che il legno possa essere trasformato in pellet solo se è lasciato allo stato naturale e se vengono utilizzati unicamente lubrificanti naturali. In questo modo si ottiene una combustione pulita ed ecologica con emissioni ridotte. Ai sensi dell’OIAt, il pellet messo in commercio in Svizzera deve soddisfare la norma ISO valida a livello internazionale, recepita nel nostro paese dalla NS EN ISO 17225-2. Tale norma ISO opera una distinzione fra le seguenti tre classi di qualità: A1, A2 e B, laddove la qualità B può essere utilizzata solo per scopi industriali.

Certificazione ENplus

Logo ENplus®
Das ENplus® Logo kennzeichnet Pellets, die unter den Anforderungen der ENplus® Zertifizierung hergestellt und vertrieben werden.

La certificazione ENplus contraddistingue il pellet per il quale viene controllata l’intera filiera dalla produzione alla fornitura al cliente. I requisiti qualitativi posti in questo caso al pellet sono più rigidi rispetto alla norma ISO. La migliore classe di qualità corrisponde al pellet ENplus A1. Tutto il pellet con certificazione ENplus prodotto in Svizzera rientra nella classe di qualità A1.
I principali produttori di caldaie raccomandano l’utilizzo di pellet provvisto della certificazione ENplus A1.

Il logo ENplus® è fra l’altro tutelato in Svizzera come marchio internazionale con il codice 1293855. Il titolare del marchio è il DEPI, l’istituto tedesco per il pellet. Tramite un accordo di licenza i diritti sul marchio ENplus del DEPI sono stati concessi alla Bioenergy Europe, l’associazione europea per le biomasse. Da parte sua, Bioenergy Europe ha trasferito i diritti di concessione della licenza alle associazioni nazionali che si occupano di pellet, riconosciute come licenzianti nazionali. I diritti di licenza del logo ENplus® spettano pertanto sia alla Bioenergy Europe sia a tali licenzianti nazionali. Per la Svizzera si tratta di proPellets.ch.

Il diritto esclusivo di utilizzare il logo ENplus® così come simboli simili spetta al titolare del marchio e ai suoi licenziatari. Solo chi riceve una corrispondente licenza per l’uso del marchio è autorizzato a utilizzare a livello commerciale il logo ENplus®. I diritti, le responsabilità e gli obblighi delle aziende certificate ENplus, come ad esempio la definizione di classi di qualità e requisiti qualitativi del pellet certificato ENplus, le disposizioni sulla gestione della qualità e i presupposti per la dichiarazione dei prodotti e l’uso del logo ENplus® sono regolamentati dal manuale ENplus reperibile online (disponibile solo in tedesco e francese). Le aziende prive della certificazione ENplus non hanno diritto a utilizzare a livello commerciale il logo ENplus® o qualsiasi simbolo simile ad esso in relazione con combustibili, nello specifico con il pellet.

Maggiori informazioni sul pellet ENplus® sono reperibili sul seguente sito: www.enplus-pellets.eu/ch-fr/ (francese) e www.enplus-pellets.eu/ch-de/ (tedesco)


Certificazione DINplus

Fino al termine del 2010, il marchio di qualità conosciuto con la denominazione DINplus rappresentava la principale certificazione per il pellet di legno. I criteri qualitativi corrispondono per la maggior parte a quelli del pellet ENplus A1.


Ulteriori certificazioni

Nel settore del pellet esistono ulteriori certificazioni, che tuttavia non fanno alcun riferimento alla qualità del prodotto ma forniscono piuttosto informazioni su origine ecc.

Marchio d’origine Legno Svizzero

Questo marchio segnala l’origine svizzera del legno.
Perlomeno l’80% della materia prima deve provenire dalla Svizzera; in via eccezionale è accettato il 60% per prodotti industriali come pellet e pannelli di truciolato e fibra di legno. Fonte: www.lignum.ch
Queste prescrizioni sono conformi alle disposizioni della legislazione sulla Swissness. Al suo interno i criteri di provenienza per i prodotti industriali sono descritti nei seguenti termini: il 60% dei costi di produzione deve essere generato in Svizzera; l’attività che conferisce al prodotto le sue caratteristiche sostanziali deve avvenire in Svizzera; la fase di fabbricazione decisiva deve essere svolta in Svizzera. Fonte: www.ige.ch
Nel caso dei produttori di pellet svizzeri i costi di produzione ricadono al 100% in Svizzera e di conseguenza i requisiti della legislazione sulla Swissness vengono rispettati senza problemi.


Swiss Label

Questo marchio può essere utilizzato solo per prodotti che sono stati interamente ricavati, prodotti o sufficientemente lavorati in Svizzera.
Affinché il marchio possa essere utilizzato dai produttori di pellet, almeno il 70% dei costi di produzione devono ricadere in Svizzera. Tale percentuale, che si applica per i prodotti industriali, supera quanto richiesto dalla Legge sulla protezione dei marchi (LPM). Quelle: www.swisslabel.ch


Marchio FSC

Questo marchio indica la sostenibilità della gestione forestale.
Oltre al rispetto delle rilevanti leggi nazionali e internazionali vengono considerati anche i diritti delle popolazioni indigene, vengono limitate le ripercussioni negative sull’ambiente, viene implementato un sistema di controllo per la gestione ambientale ecc. Quelle: https://ch.fsc.org/de-ch

Nota: in Svizzera la gestione forestale è regolamentata dalla Legge forestale, in vigore dal 1876. La superficie forestale svizzera è dunque tutelata per principio: non è possibile esboscare una quantità di legno superiore a quella che ricresce annualmente e i dissodamenti sono fondamentalmente vietati.

 

Requisiti posti al pellet certificato ENplus®

Link

Produttori di pellet con certificazione ENplus®.

Ricerca.

Fornitori di pellet con certificazione ENplus®.

Ricerca.