[Translate to Italienisch:]

News

La fiamma olimpica arde con pellet svizzero

Medaglia d’oro al Vaud nella corsa delle energie rinnovabili: in occasione dei Giochi Olimpici Giovanili in programma a Losanna dal 9 al 18 gennaio, la fiaccola olimpica brucerà grazie al pellet svizzero. Per la prima volta nella storia dei Giochi Olimpici moderni, la fiamma sarà alimentata da questo combustibile rispettoso dell’ambiente e di provenienza locale.

Ad avere l’idea per questo progetto è stato Philippe Nicollier, presidente di Lignum Vaud. Attraverso questo atto di ampia rilevanza pubblica, l’organizzazione mantello dell'industria svizzera forestale e del legno mira a richiamare l’attenzione sul legno svizzero quale risorsa sostenibile. Siccome i Giochi Olimpici Giovanili di Losanna 2020 si sono posti come obiettivo quello di fungere da modello a livello sociale ed ecologico, non stupisce che il comitato organizzativo si sia letteralmente acceso d’entusiasmo per questa idea.

La realizzazione è stata una vera sfida: è stato necessario ideare un nuovo bruciatore che fosse in grado di fornire una fiamma completamente autonoma e che bruciasse ininterrottamente come richiesto dagli organizzatori di Losanna 2020. Questo bruciatore rivoluzionario è stato sviluppato da un team di ricercatori e partner industriali locali ed è stato alloggiato in un involucro dalla forma ricca di ispirazioni. A disegnarlo è stato François Lafortune, studente dell’Ecole Cantonale d'Art de Lausanne (ECAL), mentre a occuparsi della sua realizzazione sono stati gli apprendisti di C-For! e dell’Ecole de la Construction.

Il pellet che alimenterà la fiamma olimpica – realizzato al 100% con energia rinnovabile – sarà fornito dal maggiore produttore della Svizzera romanda. Il label Legno Svizzero che contraddistingue il pellet impiegato garantisce l’origine del legno da economia forestale svizzera sostenibile. I brevi tragitti di trasporto fino alla sede dei Giochi Olimpici Giovanili assicurano inoltre un’impronta di carbonio molto ridotta.

Questo esempio dimostra la grande versatilità d’uso del pellet. I cilindretti di legno pressato sono apprezzati anche come combustibile per apposite griglie in estate, così come per stufe da esterno o «funghi riscaldanti» in inverno. Grazie a queste speciali possibilità di impiego, il pellet si fa conoscere a un pubblico sempre più ampio. Ad ogni modo, questo vettore energetico ecologico continua a essere utilizzato principalmente negli impianti di riscaldamento centralizzati, nei quali fa fra l’altro registrare la massima efficienza. In tutta la Svizzera sono attualmente in uso già 28’000 impianti con una potenza complessiva di circa 600’000 kW di calore. I riscaldamenti a pellet sono ideali per sostituire vecchie caldaie a olio o a gas presso abitazioni unifamiliari o plurifamiliari, piccole reti di teleriscaldamento e aziende.

 

[Translate to Italienisch:]

Atilizziamo dei cookie sul nostro sito Web. Se rimane sul sito Web, accetta l'utilizzo dei cookie. Ulteriori dettagli sono disponibili nella nostra informativa sulla protezione dei dati personali.

Accettare